Fotografare per me è un attimo di felicità. - Tiberio Mavrici

Vai ai contenuti

Fotografare per me è un attimo di felicità.


"Sono nato nel 1968 a Taurianova, nella piana di Gioia Tauro, in Calabria, I miei primi scatti sono stati per la stampa sulla vita sociale e politica di quei luoghi. Nel 1995 mi sono trasferito a Milano, dove ho frequentato la Civica Scuola di Fotografia. Dello stesso anno sono due servizi che porterò avanti fino al 2000. Uno si consoliderà con l’uscita del mio primo libro: A ‘ffruntata, affresco fotografico di una tradizionale festa pasquale a Rizziconi, in Calabria. Il secondo documenterà la vita intorno al Duomo di Milano: giorno e notte, sole e acqua, neve, persone, eventi.Nel 1998, dopo una serie di viaggi in Albania, la Caritas di Molfetta, utilizza la mie foto per una campagna di sensibilizzazione sui problemi del paese. Inizio una collaborazione con il missionario Carmelo La Rosa, che mi permetterà di documentare le sue attività e di collaborare per i suoi libri. Nel 2002 la casa editrice Gribaudi apprezza il mio lavoro sui bambini albanesi ed esce Un volto da contemplare, il cui ricavato contribuirà a finanziare la nascita di una scuola in Kosovo.Attualmente sto lavorando ad un interessante progetto sul mondo delle biciclette."


info@tiberiomavrici.it       

Torna ai contenuti